CELESTE IMPERO

E' la prima volta nella storia dell'ampia saggistica dedicata alla Cina che viene affrontato un lavoro così monumentale.
Dopo vent'anni di studi e ricerche a livello internazionale, con la raccolta di oltre cinquemila documenti iconografici, dalle stampe del Settecento alle prime fotografie dell'Ottocento, agli scatti spesso inediti di decine di fotografi viaggiatori in Cina nel primo Novecento, l'Autore ci rappresenta il Celeste Impero suddividendolo in tre grandi parti:
la vita a Corte, all'interno della Città Proibita; la vita dei Mandarini e dei funzionari ai vari livelli; la vita del popolo.
Le leggi, le feste, le usanze, i costumi, le attività di tutti i giorni vengono raccontate sulla base di una documentazione rigorosa, sontuosamente illustrata con un autentico patrimonio di immagini raccolte e selezionate in lunghi anni di studio.

"Celeste Impero" è considerato dall'Autore il suo lavoro più importante fra tutti quelli dedicati alla Cina.
Esso infatti costituisce il compendio di venticinque anni di ricerche e di catalogazione di testimonianze e di immagini attraverso la consultazione di un migliaio di opere, in diverse lingue, e di documenti custoditi negli archivi in Cina e fuori della Cina. Per ragioni di omogeneità sono state prese in considerazione tutte le informazioni riguardanti le dinastie Ming e Qing, con riferimenti anche alla dinastia precedente, Yuan, sotto la quale avvennero i viaggi di Giovanni da Pian del Carpine, Guglielmo di Rubruk, Marco Polo e Odorico da Pordenone.

Si tratta di una rappresentazione fortemente suggestiva e di grande impatto storico per la rivisitazione sia delle testimonianze di missionari, ambasciatori e viaggiatori, sia della messe sterminata di editti imperiali e di leggi che per oltre mezzo millennio hanno organizzato la vita del popolo cinese. Un ritratto dell'Impero che fu il più vasto e per molti aspetti il più civile del mondo, tanto che i grandi Re europei tra Sei e Settecento aspiravano ad imitarne la grandiosità almeno in parte.